Indietro

Una bella estate tutta da leggere

Dal 6 al 24 luglio si terrà la seconda edizione della rassegna di libri e scrittori sotto la Rocca Ariostesca. Gli ospiti in programma

CASTELNUOVO GARFAGNANA — Dopo il successo della prima edizione, torna sotto la Rocca Ariostesca, La Bella Estate. 

Gli incontri voluti e organizzati dal Comune hanno inaugurato, come dice il sindaco Andrea Tagliasacchi “un importante polo dedicato agli incontri con scrittori e giornalisti: con la Versilia e Lucca, la Garfagnana ha avviato la sua rassegna culturale con nomi di rilievo nazionale. Anche quest’anno si parlerà di poesia, letteratura, salute, politica, dal 6 luglio al 24 agosto con nove incontri d'autore per raccontare la società di oggi e di domani.”

Curati da Alba Donati, poetessa e presidente del Gabinetto G.P. Vieusseux, fiorentina di adozione ma con il cuore in Garfagnana e dintorni, luogo dal quale proviene e che continua a frequentare assiduamente, gli incontri si terranno dal 6 luglio al 24 agosto. Un’estate di libri con quelli che sono stati i protagonisti della scena culturale degli ultimi mesi. " Si è creata una comunità di lettori, racconta Donati - di persone attente che non mancano un incontro. Abbiamo avuto punte di 300/400 persone. I libri hanno circolato per tutta l’estate. Leggere è importante per capire meglio la realtà in cui viviamo, o per perdersi in una storia sconosciuta, o per piangere o ridere, o trastullarsi dentro a storie che ci riguardano da vicino anche se scritte da altri. Ecco l'eterna magia dello scrivere: essere dentro ciò che qualcun altro ha pensato e scritto".

Il progetto La Bella Estate si colloca nel percorso di rilancio del centro abitato e dei dintorni con Cantiere Aperto un progetto di restauro per la valorizzazione della storia e del patrimonio tradizionale della Garfagnana.

Sarà la professoressa Lina Bolzoni della Scuola Normale di Pisa a garantire la qualità della proposta culturale del circuito di valorizzazione e recupero dell’intero comprensorio garfagnino: oltre alla Rocca sono coinvolte nel progetto la fortezza di Mont’Alfonso e della Varrucole, la rocca di Camporgiano e di Trassilico, oltre ad altre fortificazioni come le rocce Sassi, di Cascio, di Ceserana e il castello di Palleroso.

Un percorso aperto al pubblico che accompagnerà per 18 mesi uno dei progetti di riqualificazione più innovativi mai realizzati in Toscana: un hub museale d’avanguardia progettato dall’architetto Dazzi Bardeschi e dedicato a uno dei più geniali scrittori della tradizione letteraria italiana, Ludovico Ariosto e alla Garfagnana del ‘500.

Iniziamo nel segno di Ariosto: il primo ospite, venerdì 6 luglio sarà Ermanno Cavazzoni che con il suo nuovo romanzo La Galassia dei Dementi (La nave di Teseo)scrive un romanzo distopico sulla falsariga dell’Orlando Furioso. Lo scrittore che fu vicino a Federico Fellini, leggerà e racconterà, nel suo stile eroicomico, testi di Ariosto, Boiardo fino a La Galassia dei dementi e si proseguirà il 7 luglio con Dori Ghezzi che presenterà il suo ultimo libro Lui, io, noi (Einaudi). A raccontarci della sua vita e del suo rapporto con Fabrizio De André, il più carismatico cantautore italiano, ci saranno anche Giordano Meacci, Francesca Serafini autori e sceneggiatori di Principe libero, miniserie di due puntate su De André, andata in onda su Rai 1 il 13 e il 14 febbraio 2018.

Si prosegue il 14 luglio con Dacia Maraini e il suo ultimo libro Tre donne. Una storia d’amore e disamore(Rizzoli).Scrittrice, poetessa e saggista ci racconta la storia di una nonna ex attrice dai pensieri audaci e di umore quasi sempre allegro, una madre casalinga tuttofare, traduttrice e sognatrice, e una figlia (e nipote) diciassettenne ribelle non tanto gentile in famiglia ma anche infinitamente tenera. Con l’Autrice ne parla la scrittrice Flavia Piccinni.

Venerdì 20 luglio A quaranta anni dalla morte del Presidente della Democrazia Cristiana, Marco Damilano presenta Un atomo di verità. Aldo Moro e la fine della politica in Italia (Feltrinelli) in cui riscostruisce il caso e cerca di capire meglio la figura di suo padre, un sostenitore di Moro e della sua corrente. Riesce così a dare un tocco personale a quello che definisce la “morte della politica italiana”. Al termine della lettura Damilano ne parla con il giornalista de La Nazione, Piero Ceccatelli.

A seguire il 27 luglioMaurizio de Giovanni, presenterà Sara al tramonto (Rizzoli), un romanzo che parte come un thriller per poi lasciare spazio ad altre anime, una più sentimentale e un’altra più comica, quasi da commedia. L’autore ne parla con la giornalista di Repubblica, Laura Montanari.

Il cardiologo e scrittore Francesco Maria Bovenzi sarà ospite della rassegna venerdì 3 agosto, con Solo con il battito del cuore(Pacini Fazzi) in cui ci racconta tutto il mondo che ruota attorno all’uomo e al cardiologo, ogni giorno a contatto con la vita nei suoi aspetti più profondi. Il giornalista Paolo del Debbio sarà il suo interlocutore.

Alba Donati presenterà la sua raccolta di poesie venerdì 10 agosto, Tu, paesaggio dell’infanzia. Tutte le poesie 1997-2018(La Nave di Teseo) un libro che racconta l’amore per i luoghi, ma anche i luoghi attraversati da tre donne, tre generazioni che si inseguono sul filo dell’orizzonte domestico. Con lei ci sarà lo scrittore Vincenzo Pardini e la traduttrice Ilide Carmignani.

Esordio letterario per l’icona del cinema Laura Morante con il suo primo romanzo Brividi immorali (La Nave di Teseo) venerdì 17 agosto ci racconterà di famiglie, coppie in crisi, omicidi e amici: storie di verità taciute che assumono, senza volerlo, le sembianze di una bugia. Tradimenti e paure alimentati da vecchi rancori o da accadimenti fortuiti, fraintendimenti e rimpianti che arrivano improvvisi a scompaginare le carte, mandando all’aria ogni morale. Con l’Autrice ci sarà la scrittrice, IlariaGiannini.

Il ciclo si conclude venerdì 24 agosto con Il coraggio. Vivere, amare, educare(Mondadori) di Paolo Crepet. Si parla di nativi digitali, vittime inconsapevoli di genitori iperprotettivi, ma si rivolge anche ai genitori, educatori e più in generale ad una società seduta comodamente su sfide vinte grazie proprio a quel coraggio di cambiare, messo in atto dai suoi predecessori. Crepet dialoga con la giornalista del QN, Letizia Cini.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it