Indietro

Impianto di compostaggio, la parola al Comune

Dopo le critiche sull'impianto di Piteglio la parola passa all'assessore all'ambiente del Comune di Bagni di Lucca Maurizio De Mattia

BAGNI DI LUCCA — Le critiche sull'avanzamento dei lavori dell'impianto di compostaggio arrivano dal candidato a sindaco per il centrodestra Claudio Gemignani.

"E’ davvero singolare - si legge nella nota di De Mattia - ed emblematico che Gemignani, non avendo argomenti fondati, debba inventarsi false notizie pur di essere presente sui giornali locali durante la campagna elettorale. Vedi ad esempio debiti del comune e situazione dighe. Citiamo in particolare l’affermazione che l’Amministrazione Betti, tramite Base, voglia far ripartire così com’è l’impianto di Piteglio".

"In un anno - continua l'assessore -, con Base, ha raggiunto obiettivi nella raccolta differenziata e risparmi sulle tariffe, mentre in oltre 10 anni le precedenti amministrazioni, nelle quali aveva un ruolo decisionale anche il sig. Gemignani, avevano solo saputo favorire Sistema Ambiente con costi notevoli a discapito dei cittadini".

Per la vicenda impianto di Compostaggio di Piteglio "Nel luglio 2016 - dice l'assessore - abbiamo sperimentato una soluzione innovativa all’interno dell’impianto che ha dimostrato come sia possibile eliminare i cattivi odori e il rischio concreto di una fuoriuscita di percolato con immissione inquinante nel fiume Lima".

L’impianto è stato chiuso, su ordinanza del Sindaco di Piteglio, nell’agosto del 2016.

"In tale situazione l’Amministrazione di Bagni di Lucca, sempre attenta ai problemi ambientali, consapevole del rischio costituito dalla presenza di tonnellate di percolato lasciato senza sorveglianza che potevano fuoriuscire ed inquinare il fiume Lima alla prima alluvione, ha dato mandato a Base di vigilare e di intervenire direttamente per rimuovere situazioni di pericolo".

"Il 5 aprile Base ha notificato al curatore fallimentare questa volontà dell’Amministrazione di Bagni di Lucca e la sua disponibilità a intervenire in caso di emergenza, ribadendo, il 21 aprile, l’intenzione dell’Amministrazione di Bagni di Lucca di concludere questa pessima esperienza gestionale che tanti problemi ha dato negli anni".

"Gemignani vorrebbe addebitare all’Amministrazione Betti la volontà di mantenere in vita quest’impianto, mentre invece ci domandiamo come mai non ha operato a suo tempo per evitare questo sito a ridosso del fiume, subito a monte di Bagni di Lucca. anche se posto fuori dal territorio comnunale, il sindaco Betti è intervenuto con decisione contraria alle conferenze dei servizi. Infine è assurdo insinuare che Base possa far sospendere una procedura di revoca avviata e gestita dalla Regione Toscana. Base ha dimostrato di saper risolvere definitivamente i problemiambientali dell’impianto, ma questa capacità non va assolutamente confusa con l’intenzione di far continuare a vivere un impianto inquinante e inadeguato".

"Base ha precisato questo aspetto al liquidatore, affermando che è prioritario che venga revocata l’attuale AIA che autorizza questo impianto di compostaggio, ribadendo che nel frattempo la stessa società vigilerà per evitare danni ambientali al Comune di bagni di Lucca. Questa decisa azione dell’Amministrazione Betti ha determinato un risultato immediato: il Commissario prefettizio ha infatti ordinato la rimozione del percolato con costi a carico del Comune di Piteglio", conclude l'assessore De Mattia.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it