Indietro

"Gara del plasma, chi beneficia dei ritardi?"

Interrogazione del consigliere 5 Stelle Quartini sulla gara regionale per il ritiro del plasma e il ruolo dell'azienda garfagnina Kedrion

FIRENZE — Oggi iPd ha sferrato un nuovo attacco al movimento di Beppe Grillo per la vicenda dell'ormai ex consigliere regionale Enrico Cantone, dimessosi per non aver dichiarato due società con sede a Malta (vedi in home page). Poche ore dopo i pentastellati hanno contrattaccato presentando un'interrogazione in Consiglio regionale sulla gara che avrebbe dovuto essere bandita da un raggruppamento di Regioni di cui la Toscana è capofila per l'affidamento del servizio di "ritiro del plasma prodotto dalle strutture trasfusionali, la produzione, lo stoccaggio, la consegna di farmaci plasmaderivati e gestione delle attività successive”.

Il raggruppamento in questione è stato costituito nell'agosto 2016, si chiama Planet e, oltre alla Toscana, ne fanno parte le Regioni Campania, Lazio, Marche e l'Ispettorato generale della Sanità Militare.

"A distanza di nove mesi la gara tarda ad arrivare e questi servizi continuano ad essere garantiti in proroga da una società nota, la Kedrion spa - si legge in una nota del firmatario dell'interrogazione, il consigliere regionale M5S Andrea Quartini, membro della commissione sanità - Un beneficio del quale chiediamo spiegazione alla giunta Pd-MdP, con lo spiacevole imbarazzo di notare che si tratta di una società legata al senatore Pd Andrea Marcucci”.

“Tra l’altro questa proroga favorevole a Kedrion spa nasce da un cortocircuito istituzionale - continua Quartini - La società forniva i servizi sul plasma dal 1998, tramite un accordo interregionale che coinvolgeva dieci  regioni tra le quali la Toscana. Vinse un primo appalto di due anni, poi rinnovato per altri due".

"Nel 2002 Kedrion spa si tenne il business quale unico partecipante alla gara indetta dall’allora capofila, la Regione Veneto - prosegue Quartini nel comunicato - Questa situazione continuò fino al 30 giugno 2016 grazie al fatto che il Governo si era dimenticato il decreto attuativo sullo schema tipo di convenzione. Solo dopo quella data infatti il Centro Nazionale Sangue ha potuto individuare i criteri per la definizione ottimale delle aggregazioni fra regioni, creando le condizioni per la Toscana e gli altri soggetti di Planet di indire una nuova gara di assegnazione". 

"Gara in stallo a tal punto da indurre la giunta regionale ad adottare una nuova delibera che proroga dal primo maggio 2017 la convenzione con la società di cui Marcucci” precisa Quartini nella nota.

“In attesa di sapere i costi che i cittadini, tramite il bilancio regionale, sosterranno per questa proroga a causa del ritardo nella conclusione della gara di assegnazione - conclude Quartini - auspichiamo l’assenza di un finale già scritto. Kedrion spa ha infatti già vinto competizioni del genere. Speriamo in una gara combattuta a garanzia dei cittadini".

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it