Indietro

Frane e caduta massi, due milioni per la sicurezza

Via libera alla realizzazione di sistemi di protezione di caduta massi su alcune strade provinciali e alla sistemazione di movimenti franosi

SILLANO — Due distinti decreti deliberativi firmati dal presidente della Provincia Luca Menesini danno il via libera alla realizzazione di sistemi di protezione di caduta massi su alcune strade provinciali e alla sistemazione di movimenti franosi con relativo ripristino delle condizioni di sicurezza stradale della rete provinciale.

Complessivamente si tratta di un impegno finanziario dell’amministrazione provinciale di 2 milioni e 140mila euro, risorse in gran parte messe a disposizione dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. 

“Dopo anni in cui gli enti provinciali erano stati ridotti all’osso con scarsissime risorse da investire – spiega il presidente Menesini – con notevoli sforzi e un impegno continuo siamo riusciti ad ottenere i fondi necessari dal MIT che ci consentiranno di dare risposte concrete ai cittadini e di proseguire nelle opere di messa in sicurezza della rete stradale di competenza, soprattutto nelle zone montane e pedemontane che sono quelle più soggette a criticità”.

Barriere paramassi. La Provincia interverrà realizzando reti di rivestimento dei versanti rocciosi e la realizzazione di barriere paramassi a protezione della viabilità pubblica nelle seguenti strade: SP.2 Lodovica a Rivangaio; SP.14 di Sillano in loc. Cosina; SP.50 di Vagli in località Diga di Vagli; SP.59 di Minucciano-Pieve San Lorenzo località Bergiola; SP.48 Villa Collemandina in località Ponte Vergai;
Del milione di euro investito, 650mila euro serviranno per i lavori da eseguire nel 2019 mentre gli altri saranno programmati nel 2020.

Soddisfatto il consigliere provinciale con delega alla viabilità della Valle del Serchio-Garfagnana Andrea Carrari che commenta:“La Provincia interverrà in maniera massiccia per mettere in sicurezza alcune strade provinciali che potrebbero essere interessate da movimenti franosi o caduta di materiale. Si tratta di opere importanti messe a punto dopo le necessarie verifiche sui versanti che presentano le maggiori criticità. Dopo la firma dei decreti deliberativi ci si avvia alla conclusione dell’iter amministrativo e quindi alla gara di appalto visto che alcuni lavori dovranno essere avviati entro la fine del 2019”.

Frane. Sempre relativi alla sicurezza stradale, ma di natura diversa, gli interventi previsti sulla: SP 72 del Passo delle Radici proprio al passo; SP 16 di San Romano in Garfagnana in località Canalaccio; SP 7 di Barga a Loppia; SP 39 di Vergemoli a Vergemoli e in zona Campo sportivo.
Sulle strade indicate grazie ad un investimento di 1 milione e 140mila euro (anche in questo caso fondi MIT), la Provincia appalterà lavori che consisteranno nella realizzazione di opere di sostegno (muri, micropali e tiranti) mirati a contrastare l’evoluzione di movimenti franosi; e la realizzazione di drenaggi di acque superficiali e sotterranee sempre progettati per bloccare eventuali movimenti franosi.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it